Home Page

Plasticost

Tomatokubiko

30° ANNIVERSARIO
Il ritorno del biciclista

Progetti Paralleli

Khurmookum

Discografia completa



La Trilogia

Gallery

Links

Copertine

Mp3@Soundclick

Contatti



OPERA MUTANTE NUMERO 4: LA STORIA

IERI

Nello stretto sottopasso che delimita la frontiera è previsto un inedito meeting nel quale 34/5 rappresentanti delle colonie insettivore si riuniranno per decidere le nostre sorti. La lunga lista include il "doppio" Zìtra, il prodigioso e potente capostipite della comunità Irritans, all'apice della congrega ed ideatore del progetto. Per rendere più coeso il gruppo così da non essere intralciato, egli ha permesso l'inclusione nella lista di qualche colonia perdente, così potremo vedere elementi come Madé, Arrà e Trìllu abbeverarsi nel momento del ristoro in amicizia e cordialità. Non mancheranno Zìron e Crèno, tecnici senza scrupoli e pronti a tutto e, strano a dirsi ma vero, incontreremo anche Atòritù, anima ribelle ma di indole ottusa, oramai posseduta dai grandi affinché abbia un suo spazio di manovra ed utile per aggregare e tenere d' occhio personaggi arrabbiati ma inoffensivi.

Non tedierò il lettore con nomi che rendono impossibile risalire alla famiglia dei rispettivi insetti. Sappiate che sono pronti: il progetto è sulla carta, con tutti i particolari bene illustrati in dettaglio. Devastare Àliata fino a renderla una terra svuotata da tutto ed inavvicinabile, impenetrabile e assolutamente arida. Sono pronti i battaglioni di Ìbzo e Bìnure. Àliata sarà il prototipo. Se il progetto verrà realizzato, le maggiori colonie delle terre confinanti lo prenderanno ad esempio. In seguito il piano di devastazione verrà esportato oltre oceano.

OGGI

DenDon Khurmookum, il noto archeologo dei sopra e sottomondi si imbatté in un sottopasso molto stretto. Attorno a lui 35 tele esibivano altrettanti ritratti di esseri quasi allo stato fossile. Ebbe una sensazione di aridità e di vuoto. Da dove provenivano? Cosa facevano tutti assieme in uno spazio così insolito? Forse si celebrava qualcosa di veramente importante? E chi era il misterioso "doppio"? E perché, a differenza degli altri, lui era doppio?

DOMANI

DenDon Khurmookum attivò ITSD (irradiatore temporale senza difetti) [chiamato così in quanto versione perfetta della Macchina del Tempo descritta da Wells] collegatolo al doppio di destra lo agganciò a quello di sinistra tramite un archilinkfissagemelli tecnicamente infallibile. Giunse sul luogo tempo “Ieri” e si mosse sulle frequenze vibrazionali A467:R008=EV99:/(0?3). E vide tutto. Così chiamò Stefano Bertoncello sulle frequenze GX12xZ>23 affinché elaborasse la sintesi del meeting. A questo punto il tempo si fermò come sempre accade quando i due collaborano nella stesura "prototemporaledell'eventosoprasotto" più noto a loro con il termine tecnico “dèzbiéko”. Tramite il switch extratempo "56>53<(/7)" i due lavorarono sodo senza che scorressero i secondi. Alla fine ecco il risultato. DenDon Khurmookum riprese le coordinate per il "soprasottoattuale" e salutò l'artista che a sua volta innescò il pannello "ombrelliuzzo scaramantico giocoso", strumento che lo fece ritornare al laboratorio senza traumi. Ora l' archeologo ha tutto il necessario per esaminare l'evento e adottare il sistema sonoromutante affinché la vibrazione del momento riporti il tutto ad un contesto naturale.

OGGIOGGI

Come al solito DenDon Khurmookum ha gli elementi ma si è dimenticato il contesto originario. Deve curarsi, la memoria non reagisce come dovrebbe.