Home Page

Plasticost

Tomatokubiko

30° ANNIVERSARIO

Progetti Paralleli

E.C.I. Papatrin

Discografia completa

La Trilogia


Khurmookum

Gallery

Links

Copertine

Mp3@Soundclick

Contatti




E.C.I. PAPATRIN

ORA ANCHE SU YOUTUBE

The Monster of Creation MySpace page

L' APPROSSIMAZIONE COME RICERCA DELLE RADICI DOPO L' EMIGRAZIONE (analisi critica di Sergio "Fox"Volpato)Quando E.C.I. viveva in Italia entrò nelle cronache di Plasticost in veste di regista; diresse "John Gavanti" e "The modern cowboy", i due films che contribuirono a rendere ancora più disordinato il già bizzarro universo artistico del gruppo musicale.Oggi lui crea oltr'Alpe, una casa in mezzo al verde dove vive quei pochi momenti di libertà espressiva, tradotti in creazioni totalmente approssimative e frettolose, sintomo dell' oggi, dove tutto è così superficiale e poco dettagliato, dove la precisione è stata sostituita da strumenti inaffidabili con le note conseguenze di blackouts e blocchi generalizzati nei servizi essenziali.. E.C.I. corre e come nessun altro riesce a sintetizzare lo stile di vita odierno, con un sound eclettico ed ultimamente rude, nel quale l' artista cerca il percorso delle proprie radici a ritroso quasi a ricercare la perfezione del lavoro manuale.E.C.I. Papatrin produce i suoi alter ego (davvero tanti) e come in uno schizofrenico gioco delle parti diviene L' UNICO MUSICISTA/PRODUTTORE pronto a realizzare i propri dischi in copia unica, a quanto ne so un caso mondiale. A parte qualche rara copia inviata a pochi amici, a scopo di pura corrispondenza e conoscenza, l'originale è e rimane in suo possesso. Lui non vende la proria musica e non la esegue in concerto, bensì la espone e offre indigesti assaggi a chi si presenta in quelle improvvisate visite italiane dove l'artista casualmente si propone. STRASS MUSIC è la sigla con cui riunisce l'intera sua opera.

DISCOGRAFIA INCOMPLETA

Slope of GS ( 'a dissesa dea gs ) è il primo documento che egli mi segnala, senza contare ciò che musicalmente accadde in precedenza (sono a conoscenza di "Science History" un nastro del 1997 e del suo seguito "20.000 especes, dedicato ai pesci) e che un giorno riuscirò a dettagliare al gentile pubblico. Definito come "disco volante" (definizione che potrebbe risalire allo stato poco lucido dell'intera compagnia in tale evento) ed intestato a tali MANDIBOWL, nei quali si cela l'oramai storico Gruppo Mandibola, un collettivo la cui arte sta nel non avere nulla di artistico, un nulla che giunge a livelli pressoché totali, documenta il famoso evento (famoso solo per loro) dell' arrivo del gruppo alla trattoria "Al Crucolo".

NINE TYPE OF DINDO CONNECTION registrato al bordes studio per Strass Music risente delle nostalgie pedemontane dovute alle "gite primordiali" che dominavano i venerdì sera dell' artista in cerca di ispirazioni (probabilmente il "Dindo" ha a che fare con un locale della zona di Bassano del Grappa). L'album è di EL PUMA del 2001, ECI ritorna ai fasti pacchiani degli anni settanta, quando non era raro incontrare personaggi aventi nomignoli simili, fortemente maschilisti ed allo stesso tempo provenienti da una sottocultura assoluta.

  THE BLUES OF BRENTA registrato al "sanglier studio home" france autunno 2002 è intestato ad Alfred elliot and the snapnoseshot. Lo stesso Papatrin lo definisce come il primo disco dell'emigrante francese alla ricerca delle radici del blues veneto.

 THE SEVENTEEN live at melkweeg concerto dal vivo del gruppo punk THE seventeen registrato nel 1977 da eci papatrin durante il suo soggiorno in olanda.

Surreal dharma Disco fluido realizzato dal gruppo surreal dharma per la prima esposizione di Stefano Bertoncello Papatrin è zen.

Aprile 2002 SANGS RGYAS YAB YUM

Con INDIAN Diary nasce la seconda esperienza con blues e il dialetto veneto.Diario indiano di allen ginsberg tradotto in dialetto e recitato e cantato da eci paptrin e i componenti del gruppo mandibola in un clima che ricorda i fasti di Captain Beefheart.

THE SECOND INDIAN DIARY eseguito da eci papatrin con alla voce Alfred Elliot  estate 2004 STRASS MUSIC FREE LABEL Oggi Papatrin vive questa sua simbiosi con Allen Ginsberg, recupera la vita sociale hippy, camminando all'indietro e riportandoci all'inizio della forma espressiva, istantanea e gettata subito.THE YAGE LETTER 2005 STRASS MUSIC FREE LABEL conferenza stampa di e.c.i. Papatrin al convegno des “Agriculteurs du Pays de Chaource » 10 fevrier 2005. Cari Bovari, quando sono piombato, in una mattina uggiosa al primo piano della stalla, su una scatola contenente le mie letture di quando avevo 11 anni, sono restato profondamente meravigliato. Alla luce fioca della lampadina da 20 watt piena di mosche appiccicate, ho preso in mano il primo libro che mi é capitato ; era le « lettere dello yage » sorta di raccolta di corrispondenze su un viaggio alla ricerca di una pianta allucinogena ( lo yage) tra William Bourroughs et Allen Ginsberg. Ne ho letto qualche riga a caso e subito il tono di questo libro mi é piaciuto. La prima domanda che mi sono fatto é stata : come ha fatto William Bourrougs à vivere fino ‘a ottantatre anni con « tutta ‘a roba che’l gà mandà xo » ? Quello che mi piace dei racconti riscoperti di autori come Burroughs ou Ginsberg é innanzitutto la tragicomica narrazione dei fatti che loro stessi hanno vissuti, mi sembra quasi di leggere Don Chisciotte di Cervantes in epoca moderna ( moderna ? letter dello yage é stato fatto nel 1953 ).Burroughs molto terra à terra e alla ricerca della parte scientifica e dello sballo nudo e crudo e Ginsberg molto piu romantico e spirituale .L’opposizione di caratteri tra i due é evidente. Non potevo far altro che utilizzare questo libro per proporlo sotto forma di musica : 1)Ho recuperato una vecchia registrazione eseguita nel 1976 con alcuni amici dell’epoca e che oggi non ci sono piu, é un modo di ringraziarli della loro amicizia del tempo. 2)Con la mia fedele Eko elettrificata del 1970 ho costruito dei riff sulla base 3)Utilizzando l’idioma locale ho raccontato alcuni brani interessanti del libro. Spero soltanto che l’approcio con questo ultimo disco di E.C.I. vi darà la voglia di leggere o rileggere questo libro magnifico. Messieurs les Bovars, au revoir

2005 - Brenta River Anthology (copertina)Il 9 Aprile 2005, come un fulmine, E.c.i. Papatrin scese dalla campagna francese a Montecchio Maggiore, dove, raggiunto da tutto il circuito A.N.T. ha rregistrato il suo nuovo album, rilasciato il 2 giugno. In previsione anche il rilascio del dvd con le sessions realizzate in studio.(retro copertina)